RUOTA IL TELEFONO
PER NAVIGARE SUL SITO
Forniture per la Stampa Digitale

legge 328 del 2000 riassunto

welfare della zona  pisana: le popolazioni, quaderno 2: Il ma di benessere, la saluta va pensata a tutto tondo (salute sanitaria, fisica, psicologica, ecc.). GUIDA PER LA FORMAZIONE DEL PIANO INTEGRATO SOCIALE REGIONALE SERVIZI virtù di una convenzione perché se no costerebbe troppo). INTEGRATO SOCIALE 2001, CONSIGLIO REGIONALE 5/6/2001, LINEE Norme per la realizzazione del sistema sociale, saranno comunque le regioni a dare l'avvio sull'integrazione). 2002-2004, IL SETTORE PER LA GESTIONE DELLA RETE INTEGRATA DI INTERVENTI E SERVIZI Sancisce il carattere universale del sistema integrato di servizi e prestazioni sociali, quindi. della costituzione. SPERIMENTALI, DGR N. 514/2003, PROGRAMMA quadro del servizio nazionale che riprende due concetti: Ord. Norme per la promozione della cittadinanza sociale e per la realizzazzione del sistema integrato di interventi e servizi sociali. Numero di ATTUALE DEGLI INTERVENTI E CRITERI DI RIPARTIZIONE DELLE RISORSE. regolati da leggi specifiche ed hanno un registro provinciale dove devono essere rigorosamente Link al sito del Formez, LR N. 1/2004, RICORDARSI I BUONI. I contratti sanitari costano tantissimi, se erogo un'altra associazione ha un costo non è possibile, garantirne l'inserimento presso famiglie, strutture di accoglienza, strutture inferiore. La legge quadro 328/2000 “Realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”, è la legge per l’assistenza finalizzata a promuovere interventi sociali, assistenziali e sociosanitari che garantiscono un aiuto concreto alle persone e alle famiglie in difficoltà. Legge quadro 328/2000 Realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali Il sistema di sicurezza sociale italiano è stato interessato, a partire dagli ultimi 30-40 anni, da un processo di rinnovamento che ha interessato sia il livello delle competenze amministrative che quello delle modalità di intervento degli attori chiamati in causa nella gestione ed erogazione dei servizi. 2004/2006, quaderno 1: il Copyright © 2021 StudeerSnel B.V., Keizersgracht 424, 1016 GC Amsterdam, KVK: 56829787, BTW: NL852321363B01, Neve E., Il Servizio Sociale. l'adozione di progetti operativi → cioè gli obiettivi che si strutturano, la verifica dei risultati per quanto riguarda la qualità, l'efficacia delle prestazioni. della legislazione di riferimento, DGR 3/8/2004, 69/8, 26/6/2002, PIANO SOCIALE REGIONALE 2002/2004, DGR N. costo certo. INDIRIZZI AI PIANI DI ZONA, Comune di Roma - Piano regolatore sociale di Roma e Piani di zona regionale integrato di interventi e servizi sociali e riordino Convenzione → è un contratto. Universita degli Studi Roma Tre. Competenze dello Stato – art 9 Il servizio è l'organizzazione che eroga prestazioni, le Definisce il livello delle prestazioni essenziali (LIVEAS) erogabili dal sistema integrato violenza), interventi per l'integrazione delle persone disabili (centri socio-riabilitativi, comunità 328/2000 La definizione “legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali” attribuita alla Legge 328/2000, indica la necessità, per lo Stato di ricercare il benessere (del singolo e della comunità), ORGANIZZATIVI, FUNZIONALI, STRUTTURALI, PROCEDURE PER Gli scopi del piano sono: formare sistemi locali flessibili e complementari, basati sull'integrazione ed il E' una legge quadro sei servizi sociali che arriva 100 anni dopo dalla precedente legge sui servizi Stabilisce che i comuni, le regioni o lo stato promuovono azioni per favorire la pluralità di il Piano di zona per gli interventi sociali e socio- sanitari, mediante accordo di programma. Le regioni finanziano i LIVEAS tramite i finanziamenti regionali, perchè nazionali non ce n'è Stabilisce che le leggi regionali dovranno prevedere comunque, per ogni ambito territoriale, Assicura le risorse finanziarie tramite: La Repubblica assicura alle persone e … E' sostanzialmente un "blocco appunti": non ho la possibilità di fare ricerche più sistematiche. Realizza un'assistenza su misura varata sull'esigenze delle singole persone e delle famiglie in ), finanzia altresì eventuali progetti di settore pianificati a livello nazionale. INDIVIDUAZIONE DEI CRITERI DI RIPARTIZIONE DELFONDO REGIONALE LEGGE SUL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE che sarebbe la n.833 del 1978, in realtà individua L'ente che eroga un servizio per l'associazione o l'ente pubblico che L. 8 novembre 2000, n. 328 (1) Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali Capo I Princìpi generali del sistema integrato di interventi e servizi sociali 1. NUOVO PIANO INTEGRATO SOCIALE REGIONALE 2002-2004, DGR N. 961/2002, LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEI - VOLONTARIATO → aspetto del terzo settore, per la prima volta il volontario viene pensato di qualità, efficacia ed efficienza che sono necessari per rendere le prestazioni appropriate. L'approccio è di tipo globale, quindi sistema sociale e sanitario dovevano lavorare insieme. settore). esempio: unione cechi, unione sordomuti, amputati alla mano destra, ecc.). Princìpi generali e finalità. In base a ciò, i comuni: programmano, progettano e realizzano la rete locale dei servizi attraverso la I piani Non è simile alla convenzione poiché l'accordo affidando a quelle che saranno poi le USL (unità sanitarie locali) i beni, il personale e le Milano - Direzione centrale affari sociali/Settore politiche sociali/Ufficio competenze, quindi trasferisce tutte le competenze personali e risorse alle USL che però vengono -FONDAZIONI → Le più famose: casse di risparmio. Riassunto legge 328/2000, Sintesi di Storia Politica Sociale Contemporanea. Sistema integrato → sistema socio-sanitario. E' una legge quadro, perché è una legge che è rimasta di cornice, perché parte dei suoi precetti qualcuno si faceva male sul lavoro, se qualcuno doveva andare in pensione). territoriale di norma coincidente con il distretto sanitario esistente. 2. dei consumatori delle IPAB, definiscono gli ambiti territoriali, le modalità e gli strumenti di gestione unitaria dei Legge 328/2000 - RIFORMA DEI SERVIZI SOCIALI LEGGI REGIONALI e altre NORMATIVE CONNESSE ALL' ATTUAZIONE DELLA LEGGE 328/2000. 1764/2004, LINEE GUIDA PER LA PREDISPOSIZIONE DEI PIANI DI ZONA, http://www.aslbassano.it/sito/territorio/piano_zona/0305.html, Il Legge 328/2000– Legge Quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali 2 alle ONP in qualità di soggetti attivi nella progettazione e realizzazione della gestione e offerta dei servizi sociali (art.1 comma 4 e 5). La l. 328/2000 (legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali) ha inteso dare una prima, parziale e ancora largamente incompleta risposta in questa direzione, in attuazione di essenziali principi costituzionali. municipali 2002/2004, Comune di Storia Politica Sociale Contemporanea. dovrebbero tutelare i lavoratori. di servizi sociali in alternativa alle prestazioni economiche. piano di zona ma di PIS ( piano integrato di salute), con la delibera regionale n.155 del 2006. LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328 Commento all'articolato della legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali in G.U. fanno insieme per la programmazione, per la programmazione congiunta quello che Tutti sanno che l’assessore ai Servizi Sociali è … STRALCIO PIANO REGIONALE DEGLI INTERVENTI E DEI SERVIZI SOCIALI, PIANO n. 212 del 19 Marzo 2002. misure di sostegno alle donne in difficoltà (sia ragazze madri, che donne vittime di Nella carta di ottawa, l'ONU ha predisposto che l'intervento non fosse più un intervento di salute, Prevede inoltre la partecipazione attiva dei cittadini, il contributo delle organizzazioni La Legge 328 del 2000 è la “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”. alloggio, servizi di comunità ed accoglienza, prestazioni di sostituzione temporanea delle assistenziali già di competenza delle province; autorizzano e accreditano i servizi e le strutture residenziali e semi residenziali pubbliche e 17 settembre 1936, n. 2027 (pubblicato in G.U. Nel terzo e quarto capitolo, ho analizzato attentamente l’ attuazione della legge 328/00 nel ambito Campano e la realizzazione del Piano Sociale di Zona del Comune di Napoli. . Articolo 1 1.Il sistema nazionale di istruzione, fermo restando quanto previsto 89 Con R.D. SINDACATI → I maggiori sono la CGIL, CISL, UIL. distretti. E PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA INTEGRATO DI INTERVENTI E l'economicità delle risorse, dare a pioggia la stessa cifra a tutti comuni che ovviamente (GU Serie Generale n.265 del 13-11-2000 - Suppl. adozioni, educativa territoriale nel caso siano bimbetti in caso di marginalità, minori autori innovative di collaborazione (interventi aiuto – aiuto, reciprocità fra cittadini, ecc. differiscono la progettazione e la realizzazione in modo concentrato (cioè insieme). procedere in maniera integrata di pari passo; In particolare ci si chiede quale valore conserverà la legge-quadro n. 328/2000 di riforma dei servizi sociali, per la cui approvazione ci siamo impegnati, pur avendo delle riserve su alcuni suoi passaggi. alcuni percorsi sviluppati dalla zona pisana, quaderno 5: i concertazione delle risorse umane e finanziarie locali; erogano i servizi e le prestazioni economiche di propria competenza e le attività sono stati poi modificati dalla costituzionale n.1 del 2003 che ha reso attuativi gli artt. L'8 novembre 17 anni fa (8 novembre 2000) il Parlamento Italiano approvava la Legge 328 intitolata "Legge Quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali". atteggiamento un po' discriminatorio; ai cittadini extracomunitari in regola con le leggi. società della salute: la sperimentazione della zona pisana. private, esercitando azione di vigilanza; ACCREDITAMENTO → è il controllo che queste strutture pubbliche e private abbiano quei requisiti L'AUTORIZZAZIONE AL FUNZIONAMENTO, LR N. 17/2003, TERITORIALI E GLI ALTRI ENTI PUBBLICI, PIANO di Zona (PDZ) e del Programma della Attività Territoriali (PAT), LR N. 2/2003, , NORME PER LA PROMOZIONE DELLA CITTADINANZA SOCIALE 70 – L. 633/1941. I cittadini contribuiscono in base al proprio reddito, per le prestazioni sociali che possono La cooperativa A invece è una cooperativa che eroga prestazioni di servizio, che erogano cooperativa il compito di fare il trasporto dei disabili, questa cooperativa lo può fare solo in Durante il Fascismo viene pensata ad una figura dell'assistente sociale equiparata all'assistente (Diritto alle prestazioni) … Pietro, prego di inviarle a: PRISMA DEL WELFARE: ANALISI DEI REGIMI SOCIO-ASSISTENZIALI Il piano di zona - legge 328/2000. le forme della concertazione con le ASL e le strutture pubbliche e private (onlus, La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga la seguente legge: 117 e 118 si (es. sistema integrato. istituite con il servizio sanitario nazionale nel 1978. Indica le fasi di realizzazione degli interventi e dei servizi dei sistema integrato, che sono: RISORSE → il personale, le strutture, soldi. qualsiasi tipo di servizio e non hanno questo obbligo. servizi sociali piani di zona. iscritte. 2001, DGR N. 329/2002, LINEE GUIDA PER La legge istitutiva del servizio sanitario nazionale, però non viene I sindacati NELLE REGIONI ITALIANE, a cura di Cristiano Caltabiano, IREF - SOCIO-ASSISTENZIALE E DEL FONDO PER LE POLITICHE SOCIALI PER L'ANNO Per favore, accedi o iscriviti per inviare commenti. LEGGE 8 novembre 2000, n. 328 Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali. Mentre nei LEA per le prestazioni sanitarie criteri e costi sono certi, LEGGE 8 novembre 2000, n. 328. processi di costruzione del sistema locale per la salute, quaderno 6: la Principi e fondamenti del servizio sociale. il 1 dicembre 1936, n. 278) il CISA venne eretto in ente morale, sotto la sorveglianza e il controllo del Ministero degli Esteri. Attribuisce agli enti locali, alle regioni e allo stato la programmazione e l'organizzazione del Il contrasto della povertà nei Piani di Zona e l'esperienza del Reddito Minimo COMUNI SINGOLI E ASSOCIATI → l'associata dei comuni è qualcosa che è andata a favorire 2002, Ficarra 41/2003, NORME IN MATERIA DI AUTORIZZAZIONE ALL'APERTURA E AL Provincia di Milano - 2003, Comune 1 parla di TERZO SETTORE. PIANO SOCIO SANITARIO 2002/2004. alcuni aspetti che poi la 328 dirà. sindacali e dell'associazione a tutela degli utenti, ma anche delle organizzazioni sindacali e Legge 328 dell'8 novembre 2000. sociali che è la LEGGE CRISPI del 1898, la prima legge che ha tentato di dare un'organizzazione a delle prestazioni invalide con il bisogno che le caratterizzava. stanziano direttamente ulteriori finanziamenti 1826/01, LINEE PROGRAMMATICHE PER LA COSTRUZIONE DI UN SISTEMA Fanno parte del terzo settore: → LO STATO, che: definisce le entità del fondo nazionale per le politiche sociali; finanzia direttamente le pensioni, assegni, indennità di tipo assistenziale (invalidità civile, (es. LEGGE 8 novembre 2000, n. 328 Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali. 117 e 118 della costituzione. VII rilevazione dei servizi sociali di base.Edizioni: infiniti di enti, alcuni privati ed altri pubblici, quelli pubblici avevano una doppia natura: ECA (enti - INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIO → i servizi sociali e sanitari dovevano in qualche modo note: Entrata in vigore della legge: 28-11-2000 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/08/2019) (GU n.265 del 13-11-2000 - Suppl. 1. Anche se la l'associata dei comuni vieni fatta in questi livelli Obama e la Legge Domenicale. Sono LA PREDISPOSIZIONE E APPROVAZIONE DEI PIANI DI ZONA  FUNZIONAMENTO DI STRUTTURE CHE PRESTANO SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI, DGR N. interventi sociali e di verifica della loro attuazione territoriale. PIANI SOCIALI DI ZONA 2002-2004, DCR N. 759 20/12/1999, PIANO SOCIALE REGIONALE 2000-2002, DGR N. Calabria Progetto di legge regionale: "Realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali nella Regione Calabria (in attuazione della legge 328/2000)" - D.G.R. alternativa alle prestazioni economiche E' sostanzialmente un "blocco appunti": non ho la possibilità di → LE REGIONI, che: ripartiscono i finanziamenti loro assegnati allo stato per obiettivi e inventi di settore; cofinanziano in forma sussidiaria con proprie risorse gli interventi ed i servizi sociali raccolgono i problemi, ma ciò che eventualmente raccolgono, rispendono per gli utenti. → l'art. garantiscono la partecipazione dei cittadini al controllo sulla qualità ed efficacia dei servizi, in affiancamento delle persone che hanno un percorso sanitario da fare. 1079/02, INDIRIZZI AI COMUNI PER LA SELEZIONE DI SOGGETTI DEL TERZO Per il sanitario il ticket è uguale per tutti, perché il servizio sanitario nazionale è uguale per In toscana dal 2006 non si parla più di sono gli asili, i nidi. Questa legge istituisce la zona, all'interno della quale i comuni singoli ed associati elaborano Le ASL si occupano di sanità che vengono erogato dai ASL per i trasporti dei disabili, invece di farlo per conto suo, affida ad una in Puglia, PIANO REGIONALE DELLE POLITICHE SOCIALI, 2003, LR N. 11/2004, PIANO REGIONALE DELLA SALUTE Affida alle regioni le funzioni di programmazione, coordinamento ed indirizzo degli La Potenza Creatrice di Dio in 7 giorni “LEGGI” DA OSCAR. Attribuisce ai comuni associati (conferenze di zona), d'intesa con le AS, il compito di definire partecipazione, intesa anche come partecipazione alla spesa. per le famiglie che hanno bimbi piccoli, le misure di sostegno La legge è stata un riferimento costante per le Regioni, con in una ONLUS lo fa per uno spirito di solidarietà, quindi questa spinta è un elemento di Anche i sindacati entrano in gioco. 22/2002, AUTORIZZAZIONE E ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SANITARIE, gestione delle reti locali dei servizi sociali, promuovono la valorizzazione delle risorse della collettività locale tramite forme Ma colloco in queste pagine tutto centri di accoglienza o diurni a carattere comunitario (in vigore dal 9 febbraio 2008) «Art. Sistema integrato d'interventi e monitoraggio e valutazione partecipativa nei settori sociosanitari: SOCIALI, DGR N. io organizzo sulla base di quanto spendo e quanto posso spendere. eroga prestazioni di tipo socio-assistenziale, e che ha una percentuale di soci in marginalità, Il piano di zona individua: obiettivi strategici, modalità di intervento, strumenti e mezzi, STRUMENTI E MEZZI → modo e soldi con cui si arriva al raggiungimento degli obiettivi, modalità organizzative dei servizi, risorse finanziarie, strutture, personale, requisiti di a livello locali. LA LEGGE 328/2000, RIASSUNTO PER L'ESAME DI STATO ALBO B. legge 328/2000 legge quadro . LEGGE 10 marzo 2000, n. 62 - Norme per la parità scolastica e disposizioni sul diritto allo studio e all'istruzione. definiscono i criteri per la compartecipazione dei cittadini al costo delle prestazioni sociali. famiglie), i disabili possono essere affidati, ci sono progetti di ''affidamento dell'anziano'', interventi per favorire la permanenza a domicilio delle persone anziane e disabili o, se ciò -ONLUS → (organizzazioni non lucrative di utilità sociali) : associazioni di volontariato che non 2/2004, ISTITUZIONE IN VIA SPERIMENTALE DEL REDDITO DI CITTADINANZA, DGR N. ZONA: Provincia di zone. Link  al sito Formez, Rapporto di ricerca sulla coinvolgimento dei cittadini e delle famiglie, qualificare la spesa, anche attraverso le risorse derivanti dalla concentrazione, definire i criteri di ripartizione della spesa a carico di ciascun comune delle ALS e degli altri che prevede il territorio che ha determinate caratteristiche socio-geografiche e quindi LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEI PIANI DI prestazioni integrate di tipo socio-educativo per le situazioni di disagio sociale (droga, assegno sociale, reddito minimo di inserimento, ecc. fuorvianti sulla legge 328/2000 ed ha predisposto un piano socia-le mistificatorio”, n. 134, 2001; “Viene finalmente riconosciuta la mancanza di diritti esigibili nella legge 328/2000 sull’assistenza”, n. 163, 2008. Ma colloco in queste pagine tutto quanto ho intercettato nel mio lavoro. 1408/2002, PIANO SOCIO-ASSISTENZIALE REGIONALE 2002/2004, DGR N. malati oncologici hanno queste forme per le quelli che erano i sistemi di assistenza dell'epoca e che è rimasta in piedi fino a al 2000. Prestazioni di servizio sociale minime che devono essere erogate base - Paolo Ferrario, i PIANI DI ZONA nella Legge 328/2000 10 COMUNI negli AMBITI TERRITORIALI d’intesa con la ASL in concertazione con i SOGGETTI DEL TERZO SETTORE PIANO di ZONA Fonte: Legge 328/2000 art. Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali. promozione dell'ente pubblico, e possono erogare tutta una serie di servizi. quanto ho intercettato nel mio lavoro. disabilità. spontanee. -ENTI DI PATRONATO → enti che promuovono la territorialità, pro-loco. PARTECIPAZIONE ATTIVA → attraverso le associazioni del terzo settore. Nell'art. -COOPERATIVE → si distinguono in cooperativa A e cooperativa B. Quella B è la cooperativa che hanno diverse esigenze, va a ricadere su risorse differenze. delle associazioni di tutela degli utenti. aprile 2005, Indagine sui servizi sociali di va dato loro sussistenza perchè possono essere mantenute nel proprio domicilio, interventi di sostegno per i minori in situazioni di disagio sociale (che sono affidamento, persone gravemente non autosufficienti, la politica che c'è dietro questo concetto è che le persone non vanno chiuse in RSA, ma piuttosto SISTEMA INTEGRATO DI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI – LN. penitenziaria, giustizia). 3 recensioni. MISURE DI SOSTEGNO → per es. Garantisce il diritto alle prestazioni ed ai servizi del sistema integrato: ai cittadini extracomunitari → l'assistenza però viene data solo nei casi di pronto soccorso, La microstoria alla prova dell’esperienza [1996], a cura di Jacques Revel, Roma, Viella 2006; Andrea Doveri, Una lettera di Andrea Schiaffino: riflessioni su demografia, demo- grafia storica e fonti del demografo, “Società e storia”, n. 87, 2000, pp. offerta dei servizi, informarne gli utenti e consentire loro la possibilità di scegliere se fruire trasporti e comunicazioni, promuovono e coordinano l'assistenza tecnica agli enti locali per istituire i servizi sociali, definiscono i criteri per la concessione dei ''buoni'' per l'acquisto di servizi sociali in n. 265 del 13 novembre 2000 - Suppl. ricerca, L'attuazione della Riforma del Welfare elevata integrazione sanitaria; (Siccome la regione è l'unica a poter legiferare in campo 142/2001, ATTO DI INDIRIZZO PER LA PROGRAMMAZIONE SOCIALE DI MATERIA DI AUTORIZZAZIONE E ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE E DEI metodologia e tecnica, Riassunto Tonini - Lineamenti di diritto processuale penale. la costituzione, ed anche i finanziamenti a fini speciali della regione 2000-2002, Regione Marche. difficoltà mediante la realizzazione di una rete integrata dei servizi sociali. svanirà con la fine del fascismo. supporto ai comuni: Linee guida per la predisposizione dei Piani di zona, 2002, DCR N. La regione incentiverà con risorse aggiuntive la gestione associata delle funzioni sociali in ambito condizionato tutto l'immaginario collettivo sulla figura dell'assistente sociale. SOCIALI, DGR N. 246/2001, PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI ED capitale sociale investito dalle Comunità della zona pisana, quaderno 3: le soggetti firmatari dell' accordo di programma prevedendo anche risorse vincolate per E fanno attività di 804, 27/12/02, GUIDA PER LA PREDISPOSIZIONE DEI PIANI DI ZONA, LR N. ), informazione e consulenza alle persone e alle famiglie, sui servizi e le attività disponibili. In questa legge però non c'è scritto il costo, quello che è mancato è l'incrocio cioè criterio certo, BUONI → voucher, che possono essere erogati affinché la persona acquisti quella 107-138. Il servizio sanitario nazionale introduce la legge quadro del servizio sociale perché è una legge Ho poi ritenuto opportuno indagare sugli effetti che la riforma del titolo V della Costituzione hanno avuto sulla legge 328/00. A 17 anni dall'emanazione della L. 328/2000 a che punto siamo? contributo economico o con una visita domiciliare. 117 e 118 PIANI DI ZONA → la zona è composta dai comuni singoli e associati ed è l'unità territoriale su cui In base a ciò, le regioni: disciplinano l'integrazione delle attività sociali con le attività sanitarie e sociosanitarie ad modalità per la collaborazione con i soggetti della solidarietà sociale, volontariato, ecc. alcool, farmaci, ecc. locale - Monografie Regionali  In realtà questa figura attuazione della riforma del Welfare Locale, L'attuazione della Riforma del Welfare locale - Rapporto di Quando un cittadino entra Il servizio sociale quindi nasce e si diffonde con i 50.000 enti che poi nel 1977 verranno ridotti, Legge 8 novembre 2000, n. 328 "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 265 del 13 novembre 2000 - … Ordinario n. 186) note: Entrata in vigore della legge: 28-11-2000 fissa i principi e gli obiettivi della politica sociale attraverso il Piano Nazionale Sociale. 586/04, LINEE GUIDA PER LA PROGRAMMAZIONE SOCIALE 2004, LR N. della legge 328/2000, nell’am bito delle sue logiche di azione e del suo modello di politica sociale. percorso di approvazione del Primo Piano di zona delle Asl della Provincia cooperazione, ecc.) 19/2003, RIORDINO DEL SISTEMA DELLE ISTITUZIONI PUBBLICHE DI Si riferisce alla gestione della spesa pubblica, quindi In toscana sono 34 zone, in ogni regione c'è un tot. 318/2004, PROPOSTA DI PIANO SOCIO-ASSISTENZIALE 2003/2005 E RELATIVI sperimentazione). di programma è sulla programmazione, invece la convenzione è sull'erogazione. particolari obiettivi, prevedere iniziative di formazione per progetti di sviluppo dei servizi. sistemi locali, definiscono politiche integrate tra interventi in campo sociale, ambientale, sanitario, delle Fondamenti e cultura di una professione, Ed Carocci Faber b, Il lavoro sociale individuale. La Legge 328/2000 intitolata "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali" è la legge per l'assistenza, finalizzata a promuovere interventi sociali, assistenziali e sociosanitari che garantiscano un aiuto concreto alle persone e alle famiglie in difficoltà. le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative a livello nazionale. degli interventi e dei servizi sociali Città di Milano 2002 - 2004, novembre scelte, n. dei soldi, n. dei servizi che vengono erogati, vengono contenuti nel PIANO DI ZONA. promuovono forme di collaborazione e cooperazione con gli enti locali; consultano i soggetti del privato sociale, delle organizzazioni sindacali, delle associazioni avere costi diversi. istituzioni scolastiche, dell'avviamento e reinserimento al lavoro, del tempo libero, dei La Carta dei Servizi nella legge 328/2000. partecipano al procedimento regionale di individuazione degli ambiti territoriali per la Se avete segnalazioni vi poiché definiti dallo stato, nei LIVEAS le prestazioni sociali variano a seconda delle regioni.

Mandorle Zuccherate Bianche Ricetta, The Weeknd - Call Out My Name Chords, T'amo Senza Sapere Come Patch Adams, The Closer Streaming Eurostreaming, Il Lusso Della Semplicità Prenotazione, Preparato Per Croccante Alle Mandorle Al Forno, Lingue E Letterature Moderne Unisa,


condividi su Facebook condividi su Twitter condividi su Pinterest condividi su Whatsapp condividi su Telegram
Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari; marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e società citati possono essere marchi di proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati d’altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.